temple factory it's time intervista recensione

I Temple Factory ci raccontano il loro nuovo album – Talk

I TEMPLE FACTORY sono una rock band con base a Brescia. Hanno appena pubblicato un interessante album di debutto, intitolato “It’s time”. Primo disco, ma non sono ragazzini: alle spalle hanno anni di militanza in formazioni punk e hardcore. Abbiamo fatto una chiacchierata con loro. 1) Chi sono i Temple Factory e perchè una fabbrica può essere un tempio, nella

Exem: “I graffiti sono belli perché sono anarchia” – Parte 2

—>Questa è la seconda parte dell’articolo. La prima la trovi qui. NEW AGE Come definiresti la tua arte in poche semplici parole? Boh! Direi… aggressiva ma divertente? Se dovessi spiegare alla new age l’arte dei graffiti, come lo faresti? Per come la vedo io i graffiti sono belli perché sono anarchia, sono nati senza chiedere il permesso e senza nessuna

bull brigade release party il fuoco non si è spento

I Bull Brigade presentano il nuovo album dal vivo a Milano

Da poco è uscito il nuovo e attesissimo album dei Bull Brigade “Il Fuoco Non Si è Spento” e anche per loro è giunto il momento di presentarlo dal vivo, perchè si sa, il punk non vive senza palchi. L’appuntamento è fissato per il prossimo 14 gennaio 2022 al Santeria Toscana 31 a Milano, in apertura delle band d’eccezione della

limp bizkit still sucks recensione review

Limp Bizkit o Cheap Bizkit?

Se chiudete gli occhi e fate tabula rasa delle informazioni precedenti, potremmo gridare al miracolo. Se “Still Sucks” fosse un progetto partorito da una band emergente sui 20/25 anni, senza grossi tour alle spalle e senza esperienze importanti di studio, vi direi che abbiamo di fronte una new entry promettente e da tenere monitorata.  Ma così non è; “Still Sucks”

Ghali contro Salvini durante Milan – Inter

Pochi secondi di video postati su Welcome to Favelas sono bastati ad infiammare il web. Durante il primo tempo del derby Milan – Inter Ghali ha inveito contro Matteo Salvini. Secondo quanto riportato da Dagospia il rapper si sarebbe rivolto al segretario della Lega facendogli notare che chi aveva segnato era un immigrato e che non aveva senso la sua

Exem: “Mi affascinava l’alone di mistero e ribellione” – Parte 1

Exem nasce nel 1984 a Verona, dove ha frequentato la scuola di grafica pubblicitaria. Nei primi anni delle superiori ha cominciato a dipingere, un po’ per curiosità, un po’ perché se lo sentiva dentro. GLI INIZI Ciao Exem, benvenuto in questa intervista. Vorrei iniziare chiedendoti di introdurmi la tua storia di writer. Da dove vieni? Quando e perché ti sei