da4th god bless evil pt 2 recensione review

God Bless Evil pt. 2 dei Da4th: pizza of death

I Da4th sono una realtà beatdown dello stivale attiva dal 2008 che, partendo dalla CBC city Caserta, hanno collezionato svariate partecipazioni a festival tedeschi e tour in UK. Il loro nuovo EP “God Bless Evil, Pt. 2” è una manata pesantissima che racchiude l’ABC di come dovrebbe essere fatto un genere da pit ad alto pericolo di infortunio, cesellato dalle

cali aleaka paura e liberazione recensione

Il ghiaccio di Cali e Aleaka – Paura e Liberazione

Nell’immobile gelo del ghiaccio due grigi esploratori vagano senza meta, persi solo come possono esserlo due uomini bloccati in una tormenta, circondati da una distesa di ghiaccio. Mentre sono in questo limbo freddo e desolante sono presi dalla paura. Paura di non fare ritorno, di rimanere bloccati lì in quel deserto. Lentamente si stanno perdendo nei lati più reconditi della loro

fury department friendship oldness commitment recensione

Fury Department: hardcore truck squad

Un mix massiccio di super eroi, tutti provenienti da città (Milano, Cagliari, Modena, Caserta, Salerno) e collettivi differenti, forma il nucleo di questo nuovo progetto che attinge a piene mani dagli action movies anni 80/90 e dalla scena Hardcore metallizzata americana di inizio 2000. Doppia cassa a pioggia, riffoni al piombo, rallentamenti alternati a parti veloci e 2 step; lo

every time i die radical recensione review

Radical degli Every Time I Die: camicie a scacchi e corone

Gli Every Time I Die sono a parere di molti, e anche del sottoscritto, uno dei pochi casi esistenti di band del giro Impericon ad essere invecchiate non bene, ma benissimo. Nonostante infiniti tour con artisti di stampo prettamente metalcore e una carriera di quasi 25 anni tra Warped Tour e Never Say Die! il quintetto di Buffalo ha ampliato

amyl and the sniffers comfort to me recensione review

Comfort To Me degli Amyl and the Sniffers: qualcosa si muove nel punk

Attivi dal 2016, gli australiani Amyl and the Sniffers pubblicano quest’anno il loro terzo lavoro da studio, ovvero Comfort To Me (dopo Big Attraction & Giddy Up e Amyl and The Sniffers). La band capitanata da Amy Tylor non si smentisce, e propone un lavoro in linea con l’essenza della band, ma che addirittura riesce a risultare un disco decisamente