Censurata la mostra di Porno Per Bambini a Milano

Dopo Medine e Nick Conrad in Francia e DrefGold a Rovereto torniamo a parlare di censura, un argomento che nel 2018 ci piacerebbe trattare solamente al passato. Questa volta la scure del bigottismo si abbatte su Porno Per Bambini, un fumettista specializzato in immagini umoristiche a sfondo erotico, che ha scelto questo nome per via del suo stile naive ed

Zerocalcare: le “Macerie Prime ” di una generazione

Macerie Prime è un condensato di paranoie che tutti noi abbiamo. Paranoie concrete che riguardano principalmente il mettere da parte la propria persona e andare incontro al resto del mondo. Detta così sembra che io vi stia illustrando un manuale di uno psicologo (cosa che, a dirla tutta, l’autore potrebbe anche essere per alcuni di noi) invece si tratta dell’ultima

GADDI DISEGNA COSE

“Disegna Cose” è un gioco e una sfida: illustratori e fumettisti saranno chiamati a realizzare una tavola scegliendo dei soggetti tra quelli segnati sui foglietti che estrarranno a sorte. Attenzione però, perchè i bigliettini sono fronte-retro e scegliendo una parola si esclude l’altra. Il primo a raccogliere la sfida è Federico Gaddi.