Aborto legale: Travis Scott donerà soldi a Planned Parenthood

Travis Scott ha annunciato dal palco dell’Hangout Fest in Alabama che donerà parte dei suoi profitti a favore di Planned Parenthood, un’associazione che oggi si batte contro la legge che vieta l’aborto in tutto lo stato.

Lo stato dell’Alabama ha appena fatto parlare di sè per via dell’approvazione di quella che può essere ritenuta la legge più restrittiva d’America: il divieto all’aborto anche in casi di stupro e/o incesto.
I medici rischieranno fino a novantanove anni di carcere nel momento in cui dovessero portare a termine un aborto in circostanze che non siano – solo ed eclusivamente – casi di serio pericolo per la sopravvivenza della madre. La questione ha già sollevato proteste e mobilitazioni da parte degli attivisti “pro-choice” (sostenitori dei diritti delle donne) i quali han fatto sapere che contesteranno la legge in tribunale ritenendola incostituzionale.

E’ in questo clima che il rapper Travis Scott, durante la sua esibizione all’Hangout Fest che per l’appunto si svolge in Alabama, ha annunciato che avrebbe donato parte dei profitti del suo merchandising a favore di Planned Parenthood: un’associazione che fornisce assistenza sanitaria sessuale negli Stati Uniti e nel mondo, che si batte in favore della legislazione abortista e dell’educazione sessuale.
Nonostante il rapper non abbia apertamente nominato il divieto all’aborto durante il discorso, la sua posizione ci pare abbastanza chiara.

In questi giorni sono molte le celebrità che han dato voce al loro disappunto, tra queste anche la popstar Rihanna si è fatta sentire decretandosi apertamente contro questa legge: “idioti, dovreste vergognarvi” sono le parole che ha rivolto ai senatori.

Seguici su Facebook ed Instagram 🐞