Il governo della Mecca ha chiesto l’arresto di una rapper saudita

La scorsa settimana la rapper saudita Ayasel Slay ha pubblicato il video della sua canzone Bint Mecca, traducibile in “Ragazza della Mecca”, generando l’ira del principe Khalid bin Faysal Al Sa’ud.
Il sovrano ha rilasciato una dichiarazione su Twitter chiedendo l’arresto della ragazza poichè secondo lui il brano andava contro i costumi e le tradizioni della città e del suo popolo.

La testimonianza dei ragazzi aggrediti da Gallagher e Traffik (VIDEO)

Intervistati al TG1, due dei ragazzi rapinati confermano quanto riportato dai giornali nei giorni scorsi riguardo alla rapina subita dal duo di rapper romani. Dalle dichiarazioni di un ragazzo di colore che si trovava nella comitiva aggredita viene riconfermato anche lo sfondo razziale.