Recensioni 4×1: Egreen & Nex Cassel, Big Fish, Czarface meets Ghostface, Papoose

L’ultima settimana di uscite ci mostra una scena underground attivissima ed un mercato discografico ancora interessato al cosiddetto hiphop “vecchia scuola”. Sia nella nostra penisola che oltreoceano sono stati protagonisti rapper con la R maiuscola, ecco le nostre mini-recensioni settimanali.

Seguici su Facebook ed Instagram.

Egreen & Nex Cassel – LO VE

Composto da dieci tracce, prodotte magistralmente da Nex Cassel, il disco chiama in gioco il suono classico con campioni e breakbeat tagliati in una chiave davvero potente. Le barre, robuste e schiette, rivendicano l’attitudine hiphop senza cedere a sentimentalismi da conservatori: “È finita un’epoca e conta cos’hai fatto”.

Il titolo LO VE gioca tra “Lombardo–Veneto” e  “amore”, la pianura padana diventa il selvaggio west e l’amore per l’hiphop è protagonista. Quello di Egreen e Nex è un album solido e dal messaggio chiaro: il rap non è morto e c’è ancora chi sa farlo dannatamente bene.

Quello che è certo è che live suonerà da paura.

 

Big Fish feat. Jake La Furia, Fabri Fibra, Chadia Rodriguez ed Emis Killa – Torcida

Basso, batteria, campioni di Mobb Deep e Wu-Tang Clan, rime, rime e ancora rime.
Big Fish con Torcida ha riallineato lo spaziotempo dell’hiphop, mettendo Jake, Fibra, Emis Killa e Chadia Rodriguez su un beat boombap.

Le barre ci sono, l’autotune pure; le punchline ci sono, il ritornello pure. C’è tutto.
In più mettici che Jake La Furia sembra tornato agli anni d’oro dei Dogo, Emis Killa ha il dente avvelenato e Chadia ha azzeccato il mood giusto per il ritornello.

Il rap nel 2019 sta partendo in quarta, Big Fish è sicuramente uno dei piloti in testa.

 

CZARFACE & Ghostface Killah – Czarface meets Ghostface

Quello delle maschere e dei supereroi è un immaginario di lunga data nell’hiphop, capostipite ne è sicuramente MF DOOM, con cui gli Czarface hanno già collaborato abbondantemente in passato.
Dietro la loro maschera si nascondono il duo 7L & Esoteric ed Inspectah Deck, direttamente dal Wu-Tang Clan.

Oggi questo supergruppo/supercattivo che si fa chiamare CZARFACE incontra Ghostface Killah per uno scontro dall’esito leggendario. Nessuna comparsa nel corso della storia per lasciare ai protagonisti la possibilità di seminare distruzione intorno a loro, così tra un campione cinematografico e l’altro volano bombe atomiche.

 

Papoose – Underrated

Prima di tutto capiamo chi è Papoose: pubblica 17 mixtape tra il 2004 e il 2007, il suo primo album ufficiale arriva solo nel 2013 e strappa un contratto da 1,5milioni di dollari con jive Records. Parliamo di una delle “gavette” più incredibili di sempre, spinta da una macchina da rime come Busta Rhymes.

Fondamentale per la sua emersione è stata Alphabetical Slaughter, una prova tecnica senza precedenti che ha sbalordito tutta la scena hiphop. In questo suo nuovo album, il terzo ufficiale, Papoose riafferma il suo livello con Numerical Slaughter prodotta da Dj Premier.

Papoose sarà sempre Underrated, ovvero sottovalutato, perchè le sue skills sono inquantificabili.