RAP IS GAY – Playlist

L’omosessualità ha smesso di essere un tabù nell’hiphop da quando queste checche stanno facendo muovere il culo a tutto il mondo.

Il mondo dell’hiphop ha avuto in molte occasioni un immaginario piuttosto machista.
“Frocio” o il suo corrispettivo inglese “faggot” sono parole usate spesso dai rapper in modo offensivo, ma col passare degli anni qualcuno ci si è messo per sdoganare questo fenomeno.
Pensiamo a Tyler The Creator, accusato di omofobia per il corso di tutta la sua carriera, che oggi fa outing plateali di continuo.

Probabilmente la sua è una provocazione per creare gossip, ma non è lo stesso per il suo socio della Odd Future, Frank Ocean, il cui brano Chanel apre con “My boy pretty like a girl”. Il suo outing continua in maniera più criptica: “I see both sides like Chanel, C on both sides like Chanel”.
“Vedo entrambi i lati” è una velata (ma non troppo) allusione alla sua bisessualità.

C’è poi Kevin Abstract, frontman della “boyband” (così si proclamano) BROCKHAMPTON. I suoi testi sono alquanto spinti, tipo quello di STAR:

“I just gave my nigga head
Ho fatto una bocca al mio ragazzo
Standing on my two legs
Stando in piedi sulle mie gambe
Fuck what that nigga done said
Fanculo quel che ha detto quel negro
Bruh, I don’t fuck with no white boys
Bro, io non scopo ragazzi bianchi
Less the nigga Shawn Mendes
A meno che non siano Shawn mendes”

Ma se scavate un po’ nella discografia dei BROCKHAMPTON troverete ben altro.
Nella boyband ci sono altri membri appartenenti alla comunità LGBTQ ma altrettanti sono “straight”, ovvero etero, e convivono tutti nella stessa casa, dove fanno musica insieme tutti i giorni. Una dimostrazione di come tutti i pregiudizi possano essere spazzati via dall’amicizia.

Altri, come Aminè o Duckwrth, non sono dichiaratamente omosessuali, ma con le loro canzoni ed il loro immaginario hanno più volte cercato di rompere i preconcetti di genere truccandosi o indossando parrucche.

Putroppo non abbiamo avuto tempo di scrivere un ragionamento approfondito sul tema, ma ci ripromettiamo di farlo presto. Però abbiamo preparato una playlist per celebrare il pride che si terrà proprio oggi nella nostra città, Bologna.

Why you always rap about bein’ gay?
Perchè rappi sempre sull’essere gay?
Cause not enough niggas rappin’ be gay
Perchè non ci sono abbastanza rapper gay
Where I come from niggas get called “faggot” and killed
da dove vengo io i negri vengono chiamati “froci” ed uccisi
So I’ma get head from a nigga right here
quindi mi farò spompinare proprio qui
Kevin Abstract (BROCKHAMPTON) – JUNKY