bull brigade live

On The Road Again con Call The Cops, Nabat e Bull Brigade – Live Report

Siccome quasi un live report a settimana non ci bastava più ieri sera ho deciso che dopo il live di Stokka e Madbuddy sarei andato a supportare la serata benefit a XM24 per riparare il furgone di Julia, vandalizzato qualche mese fa a Catania. Sul palco si sarebbe esibito il meglio della scena punk italiana: Call The Cops, Nabat e Bull Brigade.

Purtroppo non avendo ancora acquisito il dono dell’ubiquità mi sono perso i Call The Cops a causa del trasferimento da un concerto all’altro, me ne scuso.
Pochi minuti dopo il mio arrivo hanno iniziato i Nabat, una pietra miliare del punk italiano, i padrini, quelli a cui probabilmente dobbiamo tutto nel nostro paese. Nonostante li abbia già visti parecchie volte è sempre un immenso piacere vedere Steno e i suoi compagni scatenarsi sul palco, portando i brani seminali fino a quelli del loro ultimo disco Banda Randagia.
Hanno fatto i Nabat.

nabat live

Tempo di fare un cambio palco e salgono i Bull Brigade, band torinese che ha raggiunto vette altissime in Italia e nel mondo (recenti gli split con gli spagnoli Non Servium e i sudamericani Curasbun). I 5 piemontesi ormai sono stati spesso ospiti qui su BUGzine sia nei live report sia con l’intervista che ci hanno rilasciato. Sul palco, come al solito, non deludono mai, sono scatenati e carichi a mille, il pubblico è esaltato in una delle situazioni più hardcore che mi siano capitate negli ultimi anni.

Dopo quasi un’ora di live la serata volge al termine, una serata importante per la scena punk che, con la grande affluenza, ha dimostrato di essere unita e solidale con i fratelli e per XM che ha visto lo spazio vivo e attraversato da centinaia di persone. Una serata che ha davvero scaldato il cuore. Bravi tutti.

Seguici su Facebook ed Instagram.
Foto di T–Chrome Photos