Ghali in visita ai detenuti di San Vittore

Ci sono modi e modi di lanciare un nuovo singolo, Ghali ha scelto uno dei più belli.  Visitare i detenuti di San Vittore non è solo un “bel gesto” per fare marketing, è un modo di mostrare la realtà del carcere all’esterno e dare voce a chi la sta vivendo.

Dentro al carcere milanese Ghali ci fa conoscere Elisa, ex-organizzatrice di rave illegali, che parla di come le cose più basilari siano qulle che le mancano di più: andare a un concerto, al cinema o a mangiare con un’amica. “Qui il tempo è sospeso” dice “magari quando eri fuori non ti rendevi conto di quello che avevi accanto. Solo un posto come questo ti fa apprezzare e amare ancora di più quello che hai lasciato fuori.

Il secondo che incontra è Karim, che non racconta come è entrato ma ci parla delle sue cattive compagnie e di suo padre, che non vede da un anno e spera possa vedere questo video.
“Quando sono entrato il primo giorno qua in carcere ho capito cosa significa libertà.”

Le storie di queste due persone sono toccanti e mostrano quanto duro sia essere chiuso nel cemento e non vedere altro che l’uscita, anche se dista 3 anni. Il nuovo singolo di Ghali si chiamerà proprio I LOVE YOU e con questi video ha voluto mostrarci che l’amore attraversa tutte le sbarre.