Cos’è BUGzine? | Editoriale n° 1

Ok, il nostro manifesto è solo un concentrato di retorica e bizzarri parallelismi tra artisti ed insetti. Di fatto non spiega nulla di preciso riguardo al progetto di BUGzine e questo editoriale è qui apposta per tappare i buchi.

Cos’è BUGzine?
BUGzine è una piattaforma online sulle culture underground, uno spazio pronto a riempirsi di contenuti, notizie, musica ed arte. Questa però non è altro che una definizione spicciola, dirvi adesso cosa sarà BUGzine è impossibile.
Per il momento ciò che è certo è che siamo una manciata di ragazzi di Bologna, culla di moltissime scene underground in Italia, che hanno deciso di lanciarsi in un’impresa fumosa ed un po’ folle.
Cosa non siamo è la domanda giusta per limitare il campo e farsi un’idea di cosa potrà uscirne fuori.

Non siamo dei critici.
Non ci teniamo in alcun modo a dirvi cosa è bello e cosa è brutto, cosa vi deve o non deve piacere.
Mettere a critica un artista significa spesso avere l’arroganza di giudicare, porsi con una superiorità che può essere giustificata solo da conoscenza ed esperienza.
Non essendo noi musicologi o altro, dirvi ciò che è meglio o peggio non ci interessa.
Piuttosto che criticare cercheremo di informare, proporre e diffondere quella sfera culturale che ci coinvolge in prima persona come ascoltatori e fruitori di arte.

Non siamo una rivista.
Non siamo una webzine che esce come un volume sfogliabile online e nemmeno una rivista ufficiale. Abbiamo scelto l’appendice “zine” per rifarci alle fanzine che hanno agitato le scene underground prima che il digitale seppellisse il formato cartaceo.
Siamo completamente indipendenti, non siamo iscritti all’albo dei giornalisti e non siamo formalizzati in alcun modo come associazione o società. Per il momento cerchiamo solamente di spingere un po’ di cultura nel piacevole immondezzaio che è l’internet.

Non siamo dei blogger, anche se tutto lo fa presupporre.
Forse semplicemente rifiutiamo questa definizione che ha assunto negli ultimi anni una connotazione un po’ triste. Non vogliamo né innalzarci a giudici supremi né limitare il tutto a una questione di gusto personale come fanno la maggior parte dei blogger, influencer, youtuber ed altri soggetti che finiscono in er.
Vogliamo provare a documentare e promuovere le scene che trovano poco spazio sul panorama italiano, cosa ne verrà poi fuori è tutto da vedere.

Ecco quanto; tirate voi le somme e seguiteci se siete curiosi di vedere questo calabrone volare. Avete presente no? Il calabrone che non può volare ma non lo sa e allora vola lo stesso.

Bella questa eh?
Sì ci andiamo giù pesante con la retorica sugli insetti.