Caos e feriti al memorial per Nipsey Hussle (VIDEO)

Diversi feriti da arma da taglio durante la veglia per il rapper californiano ucciso da sei colpi di arma da fuoco lo scorso 31 Marzo.

Circa 500 persone si erano radunate a Los Angeles per ricordare Nipsey Hussle, ucciso in una sparatoria ieri l’altro. Candele e mazzi di fiori erano stati posati davanti al suo negozio di abbigliamento, Marathon Store, proprio dove è avvenuto l’omicidio.

Nel corso della veglia funebre però c’è stata un’escalation di violenza, sono stati riportati diversi feriti da accoltellamento oltre a quelli travolti nei momenti di panico, per un totale di almeno 19 persone portate all’ospedale. Alcuni affermano di aver udito colpi di pistola ma questo non è stato confermato da media e polizia, intervenuta per disperdere la folla.

Nipsey Hussle era notoriamente legato ai Crips ma da sempre cercava di porre fine agli scontri tra gang attraverso numerose iniziative col suo vicinato e non solo. Aveva anche chiesto un incontro al capo della polizia di Los Angeles per discutere proprio della violenza nei quartieri, il tavolo avrebbe dovuto tenersi meno di 24 ore dopo la sua uccisione, si sospetta che questo possa essere uno dei moventi.

Il suo ultimo tweet, pubblicato il giorno stesso della sua morte, alimenta queste ipotesi e conferma che Nipsey era al corrente dei rischi che stava correndo: “Avere nemici potenti è una benedizione.”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da BUGzine (@bugzine_) in data: