Banksy vende migranti per due sterline

Nuova provocazione dell’artista inglese che ha messo in vendita un’opera proveniente dalla sua Dismaland per sole 2 sterline.

Si tratta di una scultura prelevata dal suo parco giochi “inadatto ai bambini”, una riproduzione in miniatura di un barcone di migranti dotata anche di motore e batterie. Per ottenerla c’è solo da capirne il peso esatto e donare 2,25 sterline al sito di Choose Love, sperando di azzeccarne la pesantezza.

Il significato simbolico dell’operazione è fortissimo come sempre, a partire dalla domanda “how heavy it weighs”: quanto pesano le vite di quei migranti? Così il peso dell’opera diviene metafora della nostra mancanza di empatia e di solidarietà, aprendoci gli occhi sull’indifferenza di questo mondo.

Dopo il suo quadro autodistrutto Banksy si sta specializzando in vendite bizzarre, opere che acquistano valore e significato non solo per ciò che sono ma per come vengono vendute e messe in circolazione. Dopo anni a riempirci la bocca di “site-specific” stiamo giungendo nell’era del “sell-specific”?

L’unica cosa certa è che Banksy è un genio visionario, ma su questo non avevamo dubbi.